Insediamento del Magnifico 2019/2020

Giovedì 14 marzo, presso la nostra Sede al Ristorante La Loggia, si è conclusa l’annata del Magnifico Andrea Calistri e si è insediato, per l’anno 2019- 2020, il Nuovo Magnifico  Carlo Biagioni insieme ai componenti del Consiglio Direttivo.

Durante la serata, Andrea Calistri è stato insignito del titolo di Magnifico Messere.

Nell’occasione sono entrati a far parte della Compagnia quattro nuovi Semplici Soci.

E’ stato proiettato anche un film degli eventi che hanno caratterizzato la serata. Cliccando qui sotto è possibile vederlo :              

https://vimeo.com/326297842


Cena degli Auguri 2018 a Villa Caruso

Giovedì 6 dicembre la Compagnia de’ Semplici si è riunita, con le gentili Consorti, presso il Polo Museale di Villa Enrico Caruso Bellosguardo, situata sulle colline di Firenze sopra Lastra a Signa, in occasione della consueta Cena degli Auguri. La Villa fu progettata dall’architetto Giovanni Dosio per l’Abate Alessandro Pucci tra il 1585 e il 1595 in stile manieristico, le pitture esterne e interne (ormai tutte perdute) furono realizzate da Giovanni Balducci detto “il Cosci”. Il giardino e il parco furono realizzati su disegno del Tribolo.

Visitata la Villa i Semplici hanno assistito, nella Sala Biliardo, a un concerto  con voce solista e piano di due allievi del Conservatorio L.Cherubini di Firenze; sono stati eseguiti brani di Cimarosa, Mozart, Rossini.

Al termine i Semplici hanno cenato in loco; il Magnifico Messere Cantore di Historiae Fiorentine Giovanni Cipriani ha illustrato durante la cena le caratteristiche della Villa nonché alcuni aneddoti relativi al tenore Enrico Caruso. E’ stato consegnato un attestato di benemerenza a due Soci Semplici e sono state nominate “Madonne” le consorti dei precedenti Magnifici. Al termine il Magnifico Andrea Calistri ha distribuito ai Soci e alle loro Consorti un presente in ricordo di questa pregevole e caratteristica serata.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Visita al Museo Horne e alla casa di Giorgio Vasari

Venerdì 13 ottobre i Soci della Compagnia hanno visitato il Museo Horne e successivamente la casa fiorentina di Giorgio Vasari.

Herbert Percy Horne ,londinese, fu architetto, studioso d’arte e di musica oltre che appassionato collezionista. Nel 1913 acquistò il palazzo Corsi in via de’ Benci. Questo palazzo, costituitasi nel 1917 la Fondazione Horne per suo volere testamentario, divenne museo, aperto al pubblico nel 1921, curato dagli amici cofondatori Giovanni Poggi e Carlo Gamba.

La casa di Vasari, in Borgo Santa Croce 8 fu a lui donata dal Granduca Cosimo I in riconoscimento dei suoi servigi. Egli la affrescò tutta, come quella di Arezzo, intorno al 1572: vi si possono apprezzare raffigurazioni aventi per tema le Arti e il primato della Pittura. In essa Vasari morì nel 1574.

I Semplici sono poi andati a cena nel vicino ristorante Finisterrae.

Visita al Museo Horne e alla casa di Giorgio Vasari

Venerdì 13 ottobre i Soci della Compagnia hanno visitato il Museo Horne e successivamente la casa fiorentina di Giorgio Vasari. 

Herbert Percy Horne, londinese, fu architetto, studioso d’arte e di musica oltre che appassionato collezionista. Nel 1913 acquistò il Palagetto Corsi in via de’ Benci. Questo palazzo, costituitasi nel 1917 la Fondazione Horne per suo volere testamentario, divenne Museo e fu aperto al pubblico nel 1921, curato dagli amici cofondatori Giovanni Poggi e Carlo Gamba.

La casa di Vasari in borgo Santa Croce 8 fu a lui donata dal Granduca Cosimo I in riconoscimento dei suoi servigi. Egli la affrescò tutta, come quella di Arezzo, intorno al 1572 con raffigurazioni aventi per tema le arti e il primato della pittura. In essa vi morì nel 1574.

I Semplici sono poi andati a cena nel vicino ristorante Finisterrae.